giovedì 28 aprile 2016

Crostata al sambuco e fragole

Tempo di fragole, quindi sotto con le scorpacciate!
Al mercato ortofrutticolo compro le cassettine e in un attimo le finiamo, un pò nella macedonia, un pò mangiate al naturale, un pò nei dolci...sembra che spariscano inghiottite da un buco nero :)
Oggi voglio lasciarvi questa crostata che ho preparato domenica scorsa con la frolla aromatizzata con i fiori di sambuco essiccati che ho avanzato dai Pan de mej e farcita con le fragole e Fiordifrutta alle fragole e fragoline
In casa mia è piaciuta molto sia tiepida, con il succo che esce dalla fetta (una vera goduria per gli amanti delle fragole), sia fredda in cui si percepiscono meglio gli aromi e le  consistenze del frutto e della confettura.
Ho impastato il doppio della farina perchè era mia intenzione fare una crostata di 30 cm di diametro, ma in corso d'opera ho optato per il mio stampo con fondo removibile di 26 cm di diametro, per cui ho preparato anche tre crostatine.
Bando alle ciance...passiamo ai fatti!

sabato 23 aprile 2016

Pan de mej per il Calendario del Cibo Italiano

Oggi è la Giornata Nazionale dei Pan de mej secondo il Calendario del Cibo Italiano creato dall’ Associazione Italiana Foodblogger ed io ne sono l’Ambasciatrice.
Questa iniziativa lodevole fa sì che ogni giorno dell'anno sia dedicato ad un piatto o ad ingrediente che rendono grande la nostra tradizione culinaria.
L'iniziativa, infatti, si propone di diffondere la cultura e la tradizione gastronomica dell’Italia, attraverso l’istituzione di un calendario in cui si celebrano, in 366 giornate e 52 settimane nazionali, i nostri piatti e i prodotti più tipici, scelti sulla base della loro diffusione e dei loro legami con la cultura popolare e organizzati sulla base del calendario delle stagioni e delle ricorrenze liturgiche o istituzionali.
Il mio consiglio è di seguire ogni giorno il sito di AIFB per accrescere le nostre conoscenze sulle tradizioni e la cucina delle nostre Regioni.

Il pan de mej o pan de mei o pan meino, anticamente era un pane dolce, aromatizzato con il sambuco, che veniva preparato in Lombardia il 23 aprile, giorno in cui si festeggia San Giorgio, oggi è un biscotto abbastanza grande prodotto per lo più industrialmente.
Per conoscere leggenda e tradizione, vi rimando al mio articolo sul sito di AIFB.
Qua vi lascio le foto e la ricetta.

lunedì 18 aprile 2016

Torta fragolina

Oggi Light and Tasty si occupa di fragole.
La fragola possiede moltissime virtù salutari: innanzitutto ha un altissimo potere antiossidante che supera di 20 volte quello di altri alimenti e un ricco contenuto di vitamina C rispetto agli agrumi, è anche ricchissima di calcio, ferro e magnesio ed è consigliata a chi soffre di reumatismi e malattie da raffreddamento, inoltre è particolarmente indicata per combattere il colesterolo. 
Le fragole sono anche rinfrescanti, diuretiche, depurative e disintossicanti, contengono infine lo xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili di un alito cattivo.
Acquistiamo questi meravigliosi frutti solo quando è la loro stagione, controlliamo che siano di un bel colore rosso e che siano turgide, con il picciolo ben attaccato al frutto e che non ci siano tracce di muffa.

In occasione della coincidenza dell'uscita di Light and Tasty con il mio compleanno, ho pensato di offrirvi questa torta ricca di fragole, umida all'interno, ideale per la colazione, ma anche per una merenda o per una festicciola fra bambini o per un tè con le amiche.
Quindi: buon compleanno a me e la torta a voi   ^_^


venerdì 15 aprile 2016

Nocciolotti

Non so dire da quanto tempo avevo in mente di provare questi biscotti, che si  trovano sul web, preparati con la crema di nocciole. Piacciono tanto anche ai bambini e come dar loro torto? 
Io avevo da provare la Nocciolata senza latte di Rigoni di Asiago, una vera prelibatezza adatta a chi soffre di intolleranza al latte, quale occasione migliore del preparare questi biscottini? 
Semplici, veloci, pochi ingredienti e quindi cosa volere di più? Impastarli, cuocerli e mangiarli ^_^

martedì 12 aprile 2016

Asparagi al forno

Light and Tasty questa settimana esce di martedì, ieri infatti era la Giornata Nazionale dell'asparago e, Elena ed io, ci siamo dedicate a quella con due ricette che vedevano come protagonisti gli asparagi piacentini che saranno protagonisti anche della mia ricetta di oggi.
Non tutti sanno che l’asparago ha proprietà benefiche che possono aiutare a superare alcuni disturbi tipici del periodo primaverile: malinconia, sbalzi d’umore, depressione. 
Gli asparagi sono anche diuretici, indicati per chi soffre di ipertensione arteriosa e per chi vuole eliminare gli eccessi di peso.
Gli asparagi contengono pochissimi grassi, il colesterolo è assente, hanno molte fibre,  un basso contenuto di sodio, sono ricchi di potassio e sono una buona fonte di acido folico e di vitamina B1 e B6. Quelli di diametro grande hanno dimostrato di avere una concentrazione maggiore di rame, zinco e manganese, mentre negli asparagi sottili c’è una maggiore concentrazione di ferro.
Consumiamo asparagi italiani e nel periodo di raccolta, il più freschi possibile, infatti maggiori sono i tempi di conservazione, maggiori saranno i processi di invecchiamento (perdita di sapore, indurimento del turione ).
Ma passiamo alla ricetta di questo contorno, semplice, leggero, ma gustoso.

lunedì 11 aprile 2016

Involtino di asparagi e pancetta

Oggi ricorre la Giornata Nazionale dell'asparago che fa parte del Calendario del cibo Italiano promosso da AIFB (Associazione Italiana Food Blogger) che ha come Ambasciatrice Daniela Boscariolo
Vi ho già detto, ma non mi stanco di ripeterlo, quanto sia importante questo Calendario, in quanto ci permette di conoscere, in modo più approfondito, ingredienti e piatti tipici di tutta la nostra bella Italia.
A Piacenza esiste il  Consorzio di tutela e valorizzazione dell’Asparago Piacentino, un vero esempio di filiera corta: unisce infatti produttori e trasformatori (la ristorazione) per giungere direttamente al consumatore e, grazie alla vendita diretta nelle aziende agricole associate, sulle tavole di trattorie, ristoranti ed agriturismi.
Le aziende agricole operano insieme per stare al passo con le esigenze dei consumatori, unendo tradizione ed innovazione tecnica.
Acquistando il prodotto locale, direttamente in cascina, avrete la garanzia di un prodotto sano e di ottima qualità e l'elenco dove poter fare i vostri acquisti lo trovate qua.
Durante il periodo della raccolta che va da aprile ai primi di giugno, diverse sono le manifestazioni indette dal Consorzio, culminanti con la Festa dell'Asparago il 7 e 8 maggio organizzata dalla ProLoco Pontenure. 
"La Rassegna gastronomica dell'asparago piacentino" è un appuntamento per veri intenditori e appassionati ed è proposto da ristoranti e agriturismi della zona, un'occasione per assaggiare ricette gustose a base di asparago. 
Gli asparagi piacentini sono: 
- verdi, di tipo carnoso, di sapore deciso ed erbaceo, ma dolce  
- Vartise o asparago selvatico un tenerissimo germoglio, la cima del luppolo, che cresce spontaneo lungo siepi, argini e incolti, dove le tecniche agricole non possono arrivare. In realtà questa pianta non ha nulla a che vedere con la famiglia dell’asparago . Negli anni passati comunque, la somiglianza nel colore, nella forma e il coincidere dei periodi di raccolta hanno diffuso la convinzione che si trattasse di un tipo di asparago tanto da definirlo “asparago selvatico”.
La ricetta che propongo oggi, è un piccolo antipasto che vede una riunione di prodotti tipici piacentini come la pancetta DOP e il miele delle nostre colline e gli amati asparagi verdi. Un grazie particolare al Consorzio dell'Asparago piacentino!
Passiamo subito alla ricetta!

venerdì 8 aprile 2016

Plumcake con le prugne

Buongiorno a tutte! Ben svegliate! Pronte per la colazione? Non ditemi che la saltate..... e no no non si fa! E non va fatta saltare nemmeno ai bambini.
La colazione, infatti, è il pasto più importante della giornata e ci permette di affrontare la nuova giornata in modo ottimale. Appena svegli i nostri livelli di zucchero nel sangue si abbassano e c’è bisogno di un giusto apporto di glucosio senza il quale  potremmo facilmente avere sentori di stanchezza, spossatezza e irritabilità.
Latte vaccino o di soia, fiocchi d'avena o muesli, biscotti o torta, ma anche frutta fresca o secca dovrebbero essere sempre presenti sulla nostra tavola della prima colazione...bè sulla mia ci sono. E sulla vostra?
Oggi vi lascio questo plumcake preparato con le prugne secche, semplice, veloce e delizioso.
Forza, mettiamoci al lavoro ;)



lunedì 4 aprile 2016

Frullato con lo zenzero

Argomento di Light and Tasty di questa settimana è lo zenzero.
Lo zenzero è una pianta originaria dell’estremo oriente di cui si utilizzano le radici fresche o essiccate. 
Conosciuto fin dall’antichità, soprattutto dalla medicina cinese per le sue proprietà antinfiammatorie delle vie respiratorie e digestive, lo possiamo trovare in 2 varianti: fresco, cioè una radice nodosa di colore beige e polpa bianca ed essiccato o in polvere, che ha meno sapore di quello fresco, ma i principi attivi sono gli stessi.
Aromatizzante, aperitivo, digestivo, lo zenzero è una spezia estremamente versatile in cucina, ricca di sorprese: dona sapore a zuppe, pesce, verdure e dolci; viene utilizzato nella fabbricazione di liquori, sciroppi e bibite (il ginger ha come ingrediente principale proprio lo zenzero!) e può essere pure candito.
Lo zenzero favorisce la sudorazione, è un calmante naturale degli spasmi e dolori di stomaco, aiuta la digestione e contrasta ogni tipo di nausea, dal “mal d’auto” alla tipica nausea da gravidanza.
Inoltre è un ottimo antinfiammatorio naturale, ha proprietà drenanti ed è benefico contro il diabete.
Quindi consumiamo più zenzero e utilizziamolo in cucina sia nel salato che nel dolce.
Andando verso la bella stagione, un frullato fresco combatte il caldo donandoci freschezza, vitamine e un leggero senso di sazietà. Provatelo anche a colazione....

Permettetemi una piccola divagazione per un saluto particolare. Oggi ci sarà una persona in meno che mi seguirà, che metterà un "Mi piace" sul link pubblicato su facebook per farmi sentire la sua amicizia, la sua presenza silenziosa e discreta. Questa persona se ne è andata dopo una grave malattia. Con lei ho condiviso i 5 anni di liceo di mio figlio, era la mamma del suo compagno di banco. Ciao, mi mancherai!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...