sabato 31 marzo 2012

Focaccia con il formaggio di Recco

La focaccia con il formaggio è tipica di Recco, località in provincia di Genova, ed è conosciuta ovunque. Il marchio "Antica focaccia con il formaggio di Recco" fa sì che solo questa sia così denominata, mentre le altre sono Focaccia al formaggio, inoltre questo prodotto tipico della cucina ligure è in attesa dell'Igp. Sembra che fosse già presente sulle tavole all'epoca della terza Crociata proprio per la disponibilità di farina, olio e formaggetta ligure. Esiste anche un disciplinare per il metodo di preparazione a cui si attengono i "maestri focacciai". Chi è della zona?
Il 27 maggio a Recco ci sarà la Festa della Focaccia con il formaggio:

 andiamo?

Pizza.....a sorpresa!

"Chicco, stasera mamma ti ha fatto la pizza!"
"Dai, mamma, sul serio?? Evvai!!!"
"Si ma ricordati che è una pizza speciale....non la solita pizza che mangiamo ogni sabato sera!"
"Siiiiiiiii, c'è la pizza!!!!"
Mi sento tanto una sua coetanea che gli ha fatto un Pesce d'Aprile!!
Effettivamente, l'aspetto è quello di una pizza margherita ma il mio povero cucciolo non ha ben capito che, questa pizza, è veramente molto speciale!!!
Infatti la base è composta da..........siete curiosi?
Allora leggete come l'ho preparata!

giovedì 29 marzo 2012

Pasta choux o pasta per bignè

Dal francese " choux " che significa cavolo, proprio per la forma che assume dopo la cottura, questo impasto è noto ai giorni nostri come pasta bigné. Le origini di questo impasto si fanno risalire al XIX secolo e da subito stupì per la sua versatilità. Infatti esso, che è a base neutra, è ideale sia per preparazioni dolci che salate.

martedì 27 marzo 2012

Fior di pizza

A volte basta davvero poco per fare in modo che una cena non sia 'la solita pizza'. Sabato scorso, mentre impastavo una pasta perfettamente liscia e lievitata (grazie alla bontà della farina dei Molini Rosignoli), mi è venuto in mente di fare delle girelle al posto della normale pizza in teglia. E pensando a cosa mettere dentro a queste girelle, ho aperto il frigo ed ho visto le zucchine comprate la mattina stessa. Ho ripensato alla spesa fatta in una tiepida mattinata primaverile, e la Primavera si sa, fa venire in mente i fiori. Allora si è accesa una lampadina ed il mio impasto ha preso queste forme:



Crostini Toscani

Credo che questi siano i crostini più famosi che si possano trovare in un menù tipico della maremma......Insieme agli affettati di maiale o di cinghiale e a del buon formaggio della zona di Manciano, potrete trovare anche queste gustose fettine di pane, rigorosamente toscano, "crogiato" ovvero abbrustolito, cosparso da questo delizioso patè. Se poi siete amanti del vino, versatevi un buon bicchiere di rosso della zona e l'abbinamento risulterà perfetto!

Pan di spagna senza lievito

Le origini del Pan di Spagna risalgono alla metà del 1700 quando il cuoco genovese Giobatta Cabona, inviato in Spagna al seguito del marchese ed ambasciatore Domenico Pallavicino, in occasione di un banchetto presentò una torta di incredibile leggerezza che prese il nome di Pan di Spagna per onorare la corte spagnola. Inizialmente, il Pan di Spagna si chiamava Pâte Génoise, ovvero pasta genovese, in onore del cuoco genovese Giobatta Cabona che la inventò. Questa pasta si preparava a caldo, ossia tutti gli ingredienti venivano aggiunti in una terrina che poggiava su una pentola con dell'acqua che bolliva. Col tempo questo metodo venne abbandonato e la Pâte Génoise divenne semplicemente il moderno pan di spagna.
(Curiosità trovata su internet).


domenica 25 marzo 2012

Torta "Canestro" goloso con crema di fragole

Considerato che questa è la stagione delle fragole, approfitto per realizzare dei dolci con questo buonissimo frutto, e cosa c'è di meglio di una squisita torta farcita e ricoperta interamente di buonissima crema alle fragole?
La ricetta di questa crema l'ho trovata sbirciando sul web lo scorso anno, l'ho provata, apportando qualche piccola modifica e mi è piaciuta davvero tanto..
L'ho intitolata così perché ho voluto provare per la prima volta la tecnica del canestro con la sac a poche ed è venuto fuori proprio un "cestino" goloso e delizioso al gusto di fragola, certo con molte imperfezioni ma il risultato finale mi ha soddisfatta!
Con questa torta ho deciso di partecipare al contest "Fragole a colazione" di Dani del Blog Cucina, Libri e Gatti
Ecco la ricetta:

sabato 24 marzo 2012

Focaccia

Cosa c'è di più buono di un trancio di focaccia farcito con il salume? Ma anche con il formaggio o solo sgranocchiato così? Insomma la focaccia piace a tutti grandi e bambini: ideale per la merenda, da portare in gita (si avvicina il periodo delle gite scolastiche), ma anche per una cena diversa. Io l'ho abbinata all'uovo alla coque (non vi scrivo la ricetta, la conoscete, vero?)...


venerdì 23 marzo 2012

Pasta al salmone

Molto spesso il tempo che abbiamo a disposizione per preparare il pranzo non è tantissimo: siamo divisi tra il lavoro, la famiglia, le faccende domestiche, la spesa e quant'altro. In questo caso risolvo il problema preparando un sughetto molto veloce con il salmone affumicato, che posso conservare nel frigo in quanto la sua scadenza non è a breve termine. Inoltre si può  facilmente trovare in commercio, ha delle ottime caratteristiche nutrizionali e risulta essere anche ricco di omega 3, che favoriscono la formazione del colesterolo "buono" (HDL). Ha un contenuto proteico molto elevato (solo le carni bovine apportano simili quantità di proteine) e appunto, la versione più proteica, è quella affumicata.
In più è molto buono e delicato.

Sgombro lesso

Lo sgombro appartiene alla famiglia del pesce azzurro ed è molto apprezzato nella dieta mediterranea: è consigliato dai medici per il suo apporto in grassi di Omega 3, particolarmente adatti per chi è affetto da ipercolesterolemia. Oltre ad essere buono è anche economico e, con i tempi che corrono, questo di certo non guasta. Ieri l'ho preparato in maniera molto semplice ma gustosa.

giovedì 22 marzo 2012

Torta salata di patate e speck

Quando sono in crisi con la cena, la torta salata mi viene in aiuto, soprattutto questa che è un pò una "svuotafrigo", infatti mi permette di usare formaggi e salumi, ma con l'abbinamento delle patate: tutti ingredienti che in genere si hanno in casa. In questa ricetta vi propongo la mia idea di abbinare lo speck con mozzarella di bufala, che può essere sostituita con il taleggio o la scamorza, ma se preferite una versione meno "saporita" potete utilizzare il prosciutto cotto, magari con provolone dolce e un pò di rosmarino o origano sopra le patate.

Fusilli alla boscaiola con GROK

Buongiorno a tutte! Al sabato, pranzo con tutta la mia famiglia e la pasta è il primo che prediligiamo.. Beh i fusilli con salsiccia e funghi sono un piatto molto comune ma l'ho voluto rendere ancora più gustoso con l'aggiunta dei GROK...
Sabato scorso ho voluto provare la versione "gusto deciso", un sapore più "forte" rispetto agli altri due tipi, ma utilizzato al posto del formaggio grattugiato, si sposa benissimo con tutti gli ingredienti.
Poi ripassati in forno con un po' di besciamella sono ancora più invitanti!

mercoledì 21 marzo 2012

Muffin con le gocce di cioccolato

I muffins sono i classici dolcetti che dovrebbero rispondere al bisogno del "Ne mangio solo uno" e invece, chissà perchè, dopo il primo te ne ritrovi in mano anche un secondo.....Per questo li faccio sempre rientrare in quella categoria "Uno tira l'altro", come le ciliegie.
Questi piccoli e soffici dolci sono anche di veloce preparazione, per cui risolvono spesso il problema della colazione o dell'ultimo minuto, magari della merenda degli amichetti dei nostri figli che vengono a fare i compiti insieme al pomeriggio.
Io li preparo così:



lunedì 19 marzo 2012

19 Marzo: FESTA DEL PAPA'

Oggi 19 marzo, ricorre la festa del papà ed è proprio a tutti i papà che vorremmo rivolgere la nostra attenzione dedicando loro il nostro augurio più caloroso!
Si festeggia in questo giorno in quanto è anche San Giuseppe, padre putativo di Gesù,
patrono dei falegnami, degli artigiani e il protettore dei poveri.

Immagine presa dal Web

Torta del papà

E' arrivato il 19 marzo! Augurissimi dal profondo del cuore a tutti i papà ! Un augurio speciale va al mio carissimo, affettuosissimo papino che amo con tutta me stessa. Un papà sempre presente nella mia vita sin da quando ero piccolina.., nei momenti più belli, ma soprattutto in quelli difficili ha sempre avuto una parola dolce e sincera per consolarmi.. Non ho mai desiderato un papà migliore di lui..E' proprio il caso di dire che se non ci fosse.. bisognerebbe inventarlo!
Auguri papà, questo giorno e questa torta te li dedico interamente a te!
Ecco la ricetta

domenica 18 marzo 2012

Frittelle di riso

Questa ricetta la conservo gelosamente in quanto è quella che mi ha dato la mia mamma, che di sicuro le sarà stata tramandata dalla mia nonna: le loro origini erano marchigiane, quindi non so se anche questa ricetta provenga da la o sia toscana...rimane il fatto che qui per San Giuseppe, c'è l'usanza di fare queste frittelline piccole che hanno al loro interno un semplicissimo impasto di riso.
Questa volta inoltre, sono venute particolarmente buone e soffici, grazie alla farina che ho usato....
La preparazione può sembrare un po' lunga ma vi assicuro che non ve ne pentirete.
Questa è la mia ricetta:

Zeppole di San Giuseppe

Le zeppole o zeppole di san Giuseppe,sono un dolce tipico meridionale. Vengono preparate generalmente nel periodo di San Giuseppe (19 marzo) tanto da essere un dolce tipico della festa del papà. Gli ingredienti principali sono la farina, lo zucchero, le uova, il burro. Esistono due varianti : fritte e al forno. In entrambi i casi le zeppole hanno forma circolare con un foro centrale dal diametro di 2 cm circa e sono guarnite di crema pasticciera con sopra delle amarene sciroppate.
Oggi vi propongo la mia versione, cucinate rigorosamente al forno, guarnite al loro interno con crema pasticcera , decorate con piccoli ciuffetti di crema e le immancabili amarene, che spezzano quel sapore dolce. La base è la classica pasta choux.
Per dar loro la forma rigata basta utilizzare sac a poche e bocchetta grande, si vendono quelle apposite per zeppole.

giovedì 15 marzo 2012

La pasta fresca "Le orecchiette"

Per noi baresi, le orecchiette sono un piatto tipico molto prelibato.
Molte sono le donne che le preparano e che, ancora oggi, insegnano come farle alle loro bambine.
Il nome dialettale ''le strascjnàt'' deriva dalla tecnica di lavorazione: ottenuto l’impasto, ciascun piccolo pezzo è trascinato e schiacciato con il coltello sulla spianatoia e rigirato sul dito; così si ottiene l’orecchietta. Il risultato dipende da una serie di fattori.
Oltre alla qualità degli ingredienti, alla morbidezza e all’elasticità dell’impasto, sono fondamentali la conoscenza della tecnica giusta e la manualità.
L’orecchietta deve essere sottile senza rompersi, deve avere la tipica forma a conchiglia rotonda e molto regolare che serve a raccogliere e contenere il condimento, mentre sulla parte superiore deve presentare increspature che assorbono e trattengono il sugo. Le dimensioni sono quelle di un tipo di pasta da mangiare in pastasciutte, quindi di solito né grandi né piccole.
L’uso tipico delle orecchiette sono con un condimento a base di cime di rape, lessate insieme e insaporite con un soffritto di olio extravergine d’oliva, aglio e acciughe e, per chi gradisce, anche peperoncino.
Sono altrettanto buone condite con il classico ragù, con le famose braciole o semplicemente con del pomodoro fresco e cacioricotta.

Vi presento le “mie” orecchiette...

Biscotti di Primavera

Ci stiamo avvicinando a grandi passi all'inizio della primavera: i raggi del sole si fanno sempre più tiepidi, iniziano a spuntare le prime gemme sui rami degli alberi e qualche piccolo fiore inizia a far capolino nei giardini. Facciamo entrare un pò di questa magnifica stagione anche nelle nostre case?

Eccovi i miei biscottini:

mercoledì 14 marzo 2012

Gamberoni al guazzetto

Adoro il pesce, molto più della carne e i crostacei, in modo particolare, sono tra i prodotti del nostro mare che preferisco.
C'è chi crede che sia complicato cucinarli ma non è così: pensate solo al fatto che hanno bisogno di una cottura molto breve!
Purtroppo, a causa del costo piuttosto elevato, non li compro tutte le settimane ma quando mi voglio "coccolare" un po', li preparo in questo modo:
Volete sapere come?

martedì 13 marzo 2012

Risotto viola con cavolo cappuccio

Se vi piace avere in tavola tanti colori che facciano allegria, questo risotto è quello che fa per voi! Infatti il suo colore è molto acceso, grazie al cavolo cappuccio viola che, oltre ad essere buonissimo crudo in insalata (contiene molta vitamina C, B6 e potassio), è eccezionale anche per le preparazioni come risotti o stufati; il suo sapore più dolce rispetto a quello bianco, fa si che sia gradito anche dai bambini.
Pare che un infuso di cavolo cappuccio e miele aiuti in caso di problemi all’apparato respiratorio e possa anche essere utile in caso di anemia lieve perchè aiuta la produzione di globuli rossi.
Che dire....bello e "bravo"!!

Muffin salati

Spesso siamo alla ricerca di piccoli stuzzichini per antipasti o per buffet. Trovo che i muffin in versione dolce siano una merenda e un dolce semplice e veloce nella preparazione. Perchè non trasformarli anche in un salato di facile preparazione? Eccovi una mia rielaborazione di una ricetta trovata su di una rivista.

venerdì 9 marzo 2012

Eggs and Bacon

No, nessuno di voi ha sbagliato blog....ho solo avuto l'impressione che Eggs and bacon suonasse meglio di uova e pancetta!!! :D:D:D
I miei uomini non amano molto le preparazioni a base di uova ma basta metterci dentro un ingrediente particolare e renderle più sfiziose, che continueranno a chiedere all'infinito la stessa ricetta. Per questo motivo è nata La Bacon Night (veramente loro dicono Rigatino Night!!)

La preparazione è estremamente semplice....

Hispellum e l'olio "Terre Rosse"

Oggi vi presentiamo l'Azienda Agraria Hispellum, nata in Umbria nel settembre del 2007. I suoi uliveti coprono le colline tra Assisi e Spoleto e sono a conduzione biodinamica. L’agricoltura biodinamica è un metodo di coltura fondato sul rispetto dell’ecosistema terrestre;  particolare attenzione viene prestata al compostaggio, l’azienda infatti impiega materiale di origine naturale, appositamente trattato, per migliorare la qualità del terreno affinchè sia sempre più fertile e più sano e i prodotti siano sempre più ricchi di sostanze nutrienti.

Grazie alla produzione continua e costante di clorofilla all’interno delle piante si ottiene il risultato immediatamente visibile che è il colore verde brillante dell’olio “Terre Rosse”, ma si ottengono anche tutte le altre proprietà organolettiche che questo olio può vantare, quali l’altissimo livello di polifenoli e la bassissima acidità.

giovedì 8 marzo 2012

8 marzo FESTA DELLA DONNA

Oggi 8 marzo ricorre la "Festa internazionale della donna", meglio conosciuta come Festa della Donna. Noi dello staff di Maninpasta abbiamo deciso di ricordare brevemente la storia e cosa ha significato per la donna questo giorno. 
Immagine presa dal web

mercoledì 7 marzo 2012

Torta Mimosa

In occasione della festa della donna, l’8 Marzo,è tradizione preparare la torta Mimosa. Ecco la mia versione:

Tortelloni rosa

Da tanto tempo questa ricetta si trova nel mio quaderno ed è tra le mie preferite ma era tantissimo che non la preparavo. Così domenica mi sono messa all'opera e per pranzo ho fatto questi tortelli: certo, la ricetta non è tra le più veloci da cucinare ma non è assolutamente difficile. Poi, questa volta, ho avuto un aiutante che ha imparato benissimo a fare i tortelli...io grandi, lui piccolissimi!! Naturalmente vi farò vedere cosa ha combinato il mio piccino ma nel frattempo...
questa è la ricetta:

martedì 6 marzo 2012

Tortina di amaretti, noci e carote

Le carote nella nostra famiglia piacciono molto, recentemente infatti ho postato una tortina con le carote, ma questa volta ve la ripropongo in versione differente visto che la ricetta prevede l'accostamento di amaretti e noci.. Bè, è venuta fuori una tortina molto profumata, morbidissima e veramente buona.. Per gli amanti di questi ingredienti consiglio vivamente di provarla, così come lo ha fatto mia zia prima di "passarmi" questa ricetta confermandomi l'effettiva squisitezza e l'ottima riuscita di questa tortina!
Ecco la ricetta: 

Nuova collaborazione "Olio Dante"

Salve a tutti, sono felice di rendervi partecipi della nostra collaborazione con gli Oleifici Mataluni, azienda produttrice dell’Olio extra vergine di oliva Dante.


Prima di parlarvi delle proprietà di quest'olio voglio riferirvi una piccola curiosità: l’idea di dare all’olio il nome "Dante" nasce per offrire agli emigranti un prodotto che nell’immaginario collettivo richiamasse la patria, proprio come il sommo poeta.
Gli oleifici Mataluni nascono nel 1934 a Montesarchio (Benevento). L’olio extra vergine di oliva “Dante" è un prodotto italiano al 100 %.

Cosa dirvi di quest’olio: assaggiandolo il suo sapore riporta alla mia mente quello dell’olio che preparava mio padre durante la mia infanzia; delicato, ma deciso, il suo profumo richiama proprio quello delle olive. E’ particolarmente indicato per la preparazione di sughi e salse, ma è anche ideale per condire a crudo pesce e verdure. Ha una nuova confezione, non più di vetro ma di plastica, che può essere riciclata, quindi un aiuto all’ecologia; il colore scuro della bottiglia protegge le proprietà organolettiche dell’olio.

Che altro dirvi... Pronti per una bruschetta?

lunedì 5 marzo 2012

Torta di Primavera

Lo sappiamo, non è ancora Primavera, anche se il tempo in quest'ultima settimana ci ha fatto pensare che fosse arrivata in anticipo. Però è stata una settimana di sole e temperature gradevoli, e le piantine che ho sul mio balcone mi hanno già regalato qualche timido fiorellino. Io invece ho fatto sbocciare i fiori su questa torta che avevo preparato già lo scorso anno e che aveva avuto un discreto successo, per cui ho deciso di ripetermi e di regalarla alla mia mamma, che oggi compie gli anni. Aspettando la Primavera, ecco a voi la ricetta:

domenica 4 marzo 2012

Torta di patate

Questa è una torta salata tipica della cucina dell'Appennino Emiliano. Gli ingredienti sono "poveri" ma il gusto è veramente "ricco". La torta di patate di Mareto (provincia di Piacenza) ha ottenuto da poco la De.Co. (Denominazione Comunale), proprio per le patate coltivate in quella zona e viene fatta anche una Sagra ogni anno. La torta ha, però, delle piccole diversità negli ingredienti da zona a zona (c'è chi la fa coperta e chi scoperta, chi usa il lardo e chi l'olio, chi non usa la passata....).
Preparatela insieme a me....


Sformatino con salsiccia e mozzarella

La settimana passata, domenica, per la precisione, eravamo indecisi su cosa preparare per pranzo: un primo, un secondo...non lo sapevamo, poi ci siamo messi a guardare un po' sul web e la mia attenzione è stata catturata dagli gnocchi alla romana. Mai fatti e mai mangiati, così, con il mio cuoco in seconda (mio figlio Tommy) abbiamo deciso di provare a fare questo piatto che, secondo alcune mie amiche, è molto buono e semplicissimo.
Una volta preparato il tutto, mi sono ritrovata con tantissimi ritagli di gnocchi che, assolutamente, non avrei mai potuto buttar via. Usando un coppapasta piccolo, ho ritagliato altri gnocchetti che ho condito con pomodoro e mozzarella, con i ritagli dei ritagli ho creato questo sformatino che è stato la cosa migliore in assoluto!

venerdì 2 marzo 2012

Crostata al cocco con arance

A me piacciono molto le crostate e questa è una delle mie preferite, infatti la pasta frolla al cocco e la crema con le arance si sposano a meraviglia: il gusto più esotico del cocco e la dolcezza delle nostre arance succose. Un mio consiglio è di prepararla al mattino per la sera o il giorno prima in modo che i sapori si fondano al meglio.


giovedì 1 marzo 2012

Bagels

Stamattina ho preparato questo pane, devo dire che caldo e con gli affettati è buonissimo, freddo diventa un po' gommoso. Ho commesso un errore, cioè ho fatto al loro centro un buco troppo piccolo, quindi con la cottura si è chiuso, la prossima volta lo farò molto più grande (tipo ciambella). Ora vi racconto la loro storia, le informazioni le ho prese su internet.
Il bagel è un pane molto popolare in America del nord, ma la sua origine sembra essere Europea. Si narra che queste ciambelle di pane furono fatte per la prima volta nel 1683 da un panettiere ebreo di Vienna in onore del re di Polonia, come ringraziamento per aver salvato la popolazione austriaca dall’invasione turca. Poichè il re era un appassionato cavaliere, il panettiere diede al pane la forma di una staffa (beugel in austriaco). La particolarità dei bagels sta nella forma ad anello e nel metodo di cottura che conferisce loro la struttura morbida, leggermente gommosa all’interno e la crosta lucida. Il bagel è l’unico pane che viene bollito in acqua prima di essere cotto in forno, anche per questo motivo viene giustificato il suo costo leggermente più alto rispetto ad altri panini. I bagels sono spesso farciti di creme al formaggio e sono una colazione tipica per i newyorkesi. Possono essere farciti a piacimento come un normale panino, ma più leggero e con meno mollica per il buco al centro. 
CONSIGLIO: Il bagel va tagliato orizzontalmente , riscaldato (preferibilmente tostato), farcito a piacere e gustato caldo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...