mercoledì 29 febbraio 2012

Torta dell'inverno

Questa ricetta mi è stata regalata anni fa dalla mamma di una mia amica. E' una torta molto buona, soffice e delicata indicata per la colazione, ma anche per la merenda e piace molto ai bambini. Ieri sera, dopo una bella giornata di sole, ho deciso di prepararla per salutare (spero) questo inverno rigido e dare il benvenuto alla primavera che ormai è alle porte.


Crostata Fantasia di frutta

Voi direte: ma allora ci hai preso gusto, eh..!! Bè, siccome mi era avanzata la frutta utilizzata per la torta di compleanno di Paolo, ho pensato che farci una semplice macedonia mi sembrava un pò pochino.... Non volendo ripetermi, quello stesso giorno ho deciso di preparare come base torta una bella frolla utilizzando naturalmente la farina dei Molini Rosignoli, visto che mi son trovata molto bene già dalla scorsa volta. Mia figlia quando l'ha vista mi ha detto che somigliava ad un bellissimo fiore pieno di colori ...Voi cosa ne pensate? Aveva forse...ragione? ;D! Eccola!  

Salmone al forno

Si sa che con la Quaresima si utilizza molto di più il pesce. Ieri ho preparato il salmone, che per molti risulta pesante e grasso ma, utilizzando alcuni suggerimenti, sarà invece leggero e gustoso. Infatti ho eliminato l'utilizzo dell'olio e al suo posto utilizzo aceto e limone.

martedì 28 febbraio 2012

Torta Buon Compleanno "Girasoli"

Sabato scorso abbiamo festeggiato il 18° compleanno di mia figlia Sabrina. Naturalmente siamo andati fuori a festeggiare, ma ho espresso il desiderio di preparare io la torta: desiderio esaudito. Per molti giorni non ho fatto altro che pensare a cosa realizzare, poi pian piano la torta ha preso forma nella mia testa. Non è stato difficile,ma sicuramente ha richiesto molto impegno e tempo. Per la sua realizzazione ho utilizzato la ricetta della torta all'acqua minerale di Francesca del blog "Torte e Decorazioni"; ecco il link della ricetta originale.
Naturalmente io, avendo realizzato tre torte,ho modificato le dosi.

Dolci scrigni

Avevo dei piccoli stampini da dolcetti da inaugurare da tempo e ieri pomeriggio mi è venuta questa idea: dei piccoli scrigni di pasta frolla ripieni di marmellata. Il gusto della marmellata è a piacere ed eventualmente la si può sostituire con della crema pasticciera o della Nutella. Il risulato è un ottimo dolcetto da gustare in un sol boccone.


lunedì 27 febbraio 2012

Torta Fantasia di Frutta

Eccomi di nuovo in vostra compagnia per presentarvi l'allegra torta di compleanno realizzata per un caro amico di mio marito. A dirvela tutta ero un po' agitata al pensiero, perché solitamente preparo torte di compleanno solo per i miei familiari, ma il risultato è stato molto soddisfacente: una torta piena di colori con un trionfo di frutta a dir poco golosa.. Sono state le bellissime giornate quasi "primaverili" ad ispirarmi, mettono tanto buon umore e ci fanno sorridere.. Bè non vi dico la faccia di Paolo quando l'ha vista.. E' stata molto molto apprezzata e questo non ha fatto altro che rendermi felice...
Chi si offre volontaria per i prossimi "esperimenti"??? ;)
Ecco la ricetta: 


domenica 26 febbraio 2012

SUTTER


Ciao a tutti! Eccoci di nuovo qua per presentare la collaborazione con una nuova azienda: questa volta non si tratta di una materia prima per cucinare, bensì qualcosa che ci servirà dopo :D ! Sto parlando della SUTTER, azienda che ormai da più di 150 anni ci offre ottimi prodotti per la pulizia e l'igiene degli ambienti, sia ad uso domestico che professionale.
Vorrei attirare la vostra attenzione sulla linea Emulsio il Salvambiente che comprende prodotti quali lo sgrassatore e lo spray vetri e multiuso.

venerdì 24 febbraio 2012

Crostata salata con finocchi e salmone

Cosa dire di questa torta salata? E’ nata da un esperimento, tanto per cambiare …  faccio spesso degli esperimenti in cucina, alcune volte devo buttar via il frutto delle mie fatiche perché non soddisfa i nostri gusti, ma ogni tanto capita pure che il mio assaggiatore ufficiale (mio marito, n.d.r.) emetta un “ummmhhh” compiaciuto come è successo per questa crostata. Sapori tanto diversi che però si abbinano bene e la spolverata di menta che dà un tocco di freschezza finale. Ho provato due versioni di questa torta, oltre a questa “crostata” ne ho fatta un’altra con il ripieno racchiuso tra due dischi di pasta, ma non mi è piaciuta, a mio (nostro) giudizio il ripieno è rimasto troppo umido. Quindi vi propongo questa:

Riso con cuore morbido

Il riso al forno mi piace molto, risolve spesso la cena e mi permette di avere sempre un piatto diverso, in quanto utilizzo le verdure di stagione o la carne che, con la besciamella o i formaggi, mi danno un "cuore" cremoso e morbido alla preparazione. In questo caso ho utilizzato la besciamella e il carciofo.


Bocconcini alla nutella

Questi bocconcini alla nutella sono un'alternativa alla classica fetta di torta. La loro preparazione è veloce ma il risultato è molto gustoso! Possono essere utilizzati come torta d'emergenza, proprio perchè necessitano di pochi ingredienti!

mercoledì 22 febbraio 2012

Plumcake all'uvetta

I dolci, in casa mia, piacciono tantissimo, vengono usati a colazione, a scuola, a merenda, dopo pranzo e dopo cena…..insomma, non deve mai mancare un dolcino per allietarsi la giornata! Mio figlio è da un po’ di tempo che mi chiede un dolce con l’uvetta ma siccome non piace a quello piccolo (che strano, eh?), non l’ho mai preparato. Qualche giorno fa ho ritrovato, nel mio quadernone di ricette, un ritaglio di giornale dove c’era una ricetta di un plumcake all’uvetta…beh, ho fatto qualche modifica per ridurre un po’ la quantità di burro e, è piaciuto così tanto, che un paio di giorni dopo, l’ho dovuto preparare di nuovo!

Torta di pane

Vi sarà capitato che in casa avanzi del pane e non sapete in che maniera utilizzarlo. Avendo anch'io questo problema, anni fa una mia amica mi ha suggerito questa ricetta, semplice e veloce, come potete vedere dal procedimento! E' sicuramente una ricetta insolita, infatti non si usa farina nè lievito, ma il suo gusto è molto particolare.

Grissini

Qualche giorno fa sono rimasta senza pane per la cena e, complice il maltempo di questi giorni, ho deciso che mi sarei cimentata, per la prima volta, nella preparazione dei grissini. La preparazione è veramente molto semplice ed il risultato soddisfacente. Li abbiamo mangiati tiepidi, anche se bisognerebbe aspettare che siano freddi.


martedì 21 febbraio 2012

Premio Cake Blog di Qualità

Quando abbiamo aperto questo blog, circa tre mesi fa, non avremmo mai immaginato di ritagliarci in così breve tempo la nostra piccola fetta di popolarità. Il fatto che qualcuno pensi a noi in occasione di questi premi virtuali e ci consideri un blog che merita di essere visitato non può che renderci immensamente felici. Iniziamo subito a svolgere il nostro piacevole compito.

Torta Pagliaccetto

Oggi, martedì grasso, rappresenta l'ultimo giorno di carnevale, e per salutare la fine di questo periodo molto amato dai bambini, che si vestono di tante maschere belle e colorate, ho realizzato una tortina molto allegra e spiritosa che è piaciuta tantissimo alle mie bimbe: ecco a voi il mio pagliaccetto che un sorriso vuol donar a tutti..
Arrivederci al prossimo carnevale!

lunedì 20 febbraio 2012

Lasagne asparagi e gamberi

La tradizione partenopea prevede la preparazione della lasagna il giorno del Martedì Grasso, ovvero l’ultimo giorno di Carnevale prima che arrivino i 40 giorni di “magro” della Quaresima. Quella napoletana è una pietanza molto ricca, viene imbottita di carne e di formaggi, ed è buonissima. Anche se non sono campana ma calabrese, ho mangiato tante volte la lasagna “napoletana” a Carnevale, possibilmente proprio il Martedì Grasso. Quest’anno ho anticipato, ho preparato le lasagne per il pranzo della domenica, ma solo perché martedì sarò al lavoro e non avrò il tempo di farlo. Però a me piace variare e sperimento sempre delle versioni nuove. Questa in particolare è nata dall’abbinamento pesce-verdure; avevo a disposizione anche due patate già lessate che dovevo consumare, e allora perché non utilizzarle nella lasagna? Mai fatto prima d’ora, ma c’è sempre una prima volta nella vita; c’era solo il dubbio che venisse un pò “pesante”, invece mi sono piacevolmente ricreduta. In questo piatto, l’unica cosa non troppo light è la besciamella, gli altri ingredienti sono i fondo poco calorici e molto molto saporiti. 

I pistacchi....otti

Ho trovato questa ricetta di biscotti al pistacchio su di una vecchia rivista che avevo conservato e, avendo in casa degli ottimi pistacchi di Bronte, ho deciso di provarli. Per renderli ancora più golosi li ho anche spalmati di crema di pistacchio ottenendo i miei pistacchi..otti, cioè ottimi biscotti al doppio pistacchio: in granella e in crema.


sabato 18 febbraio 2012

Mielatelli

Si, lo so che il nome è un po' particolare, probabilmente lo abbiamo inventato in casa mia, quando mia sorella ed io eravamo piccoline.... rimane il fatto che questi dolcetti, che faccio per carnevale, li ho sempre sentiti chiamare così!!
Sono molto semplici e buonissimi, così ricchi di miele (da questo il nome mielatelli!)....
Questa ricetta la potete usare anche per i cenci, che si vedono sullo sfondo!

venerdì 17 febbraio 2012

Alici marinate

Io adoro le alici marinate crude. Come tutti ben sanno, esse provocano non pochi problemi alla nostra salute, quindi pur di non rinunciare a questo piatto appetitoso, ho imparato a prepararlo in questo modo.

Panatine con champignon

Visto che quando rientro alla sera dal lavoro è praticamente l'ora di cena, i miei piatti sono rigorosamente semplici, veloci e pronti in meno di mezz'ora. Ve ne propongo uno, che tra l'altro si può mangiare benissimo anche a pranzo (per chi per esempio non mangia la pasta), un secondo completo di contorno, facilissimo da preparare e molto buono!
Ecco a voi le mie panatine...

mercoledì 15 febbraio 2012

Biscotti di Carnevale

Questi golosi biscotti di pasta frolla al cacao si vestono per l'occasione con i colori del Carnevale. La domanda che sorge spontanea è: "Ma ... metti gli Smarties PRIMA di infornare? Ma cosa succede quando vanno in forno, reggono bene la cottura?" Be', posso già rispondervi che a calore moderato (i 180° del mio forno) e per il tempo massimo di 8-10 minuti indicato nella ricetta, restano intatti. Se avrete l'accortezza di non farli cuocere troppo, questi biscotti resteranno morbidissimi all'interno e croccanti all'esterno, e gli Smarties manterranno il loro colore brillante. Toglieteli tranquillamente dal forno anche se vi sembreranno ancora crudi: raffreddandosi induriranno e il risultato sarà uguale a questo:

Migliaccio

Tanti sono i dolci di Carnevale e ogni regione ha i suoi, anche se i più conosciuti sono le chiacchiere o frappe, le castagnole e le frittelle. Tra i miei ritagli di riviste conservavo, da molti anni, questa ricetta di un dolce non fritto, ma da cuocere in forno e mi sono finalmente decisa a provarla. Anche del Migliaccio ho scoperto che esistono diverse versioni: con la semola, con il guscio e questa con la farina gialla. Il procedimento è molto semplice, forse un pò lungo, ma vi assicuro che ne vale la pena: il dolce è veramente buono.


Pasta da pane

Con il termine "pasta da pane" si intende quella base per la preparazione di pane, pizze e focacce. Per la preparazione dell'impasto si può usare la spianatoia in legno o l'impastatrice, l'importante è lavorare bene il composto e non fargli prendere "colpi d'aria" che potrebbero pregiudicare la buona lievitazione.


Salsiccia contadina

Questo piatto nel tempo è stato da me modificato per renderlo sempre più leggero. Inizialmente veniva preparato con il lardo e il guanciale di maiale;ora invece utilizzo mortadella o pancetta,che dona al piatto quel po' di grasso di cui la salsiccia di vitello è priva.

lunedì 13 febbraio 2012

Torta "San Valentino"

Questa torta è stata realizzata in occasione della festa di San Valentino dell'anno scorso. Devo dire che dalla mia famiglia e non solo è stata molto gradita.
La sua crema all'interno è supergolosissima,mentre il cioccolato bianco crea un guscio dolcissimo!

14 Febbraio… San Valentino…La Festa degli Innamorati

Vi siete mai chiesti come mai è proprio questo santo, il protettore degli innamorati?
Io l’ho scoperto in questi giorni, mi sono fatta una vera cultura a riguardo e …. sono anche un po’ depressa!
Bene, vi informo che all’origine della festa degli innamorati c’è il tentativo della Chiesa di porre fine ad un rito pagano per la fertilità.
Questo rito consisteva nel formare (estraendo a sorte dei nomi) una coppia che avrebbe passato insieme, in intimità,  un anno, di modo che la fertilità potesse prendere ………… campo!
Immagine presa dal web

domenica 12 febbraio 2012

Torta San Valentino

Augurissimi a tutti gli innamorati da tutte noi di Maninpasta! Poteva non mancare una tortina per ricordare questo giorno particolare? Certo che no! Bè il mio modo di festeggiare questo giorno, da qualche anno a questa parte, è un pò diverso, non si tratta di una cenetta sola soletta insieme a Mauro, mio marito; dall'amore che mi lega a lui infatti, sono nate le due nostre splendide bambine, che rappresentano il nostro cuore e la nostra anima... Sono loro l'AMORE vero, puro della nostra vita.. Quindi festeggiamo tutti insieme con baci, abbracci e tanti sorrisi ed il sentir dire loro che ci vogliono un mondo di bene!(e naturalmente con la nostra torta!) Ricordatevi pertanto che S.Valentino è ogni giorno della nostra vita, vissuto intensamente insieme alla persona che si ama ed ai "frutti" del loro seminato.. Buona festa! 


Filetti di merluzzo in salsa con olive

In questi giorni nevosi e freddi, non sempre ho voglia di uscire per andare a fare la spesa ma per fortuna, nel congelatore trovo sempre qualche cosa che posso utilizzare per la cena.  La scelta di ieri sera è caduta sul merluzzo e, per cambiare un po', l'ho preparato con una succosa salsina di pomodoro

La cena sarà pronta alla velocità della luce...non ci credete?

Calzoni

Come alternativa alla pizza ogni tanto preparo i calzoni, non fritti, ma in forno. Il ripieno è sempre diverso, non ho una ricetta precisa, dipende da quali ingredienti mi offre il frigorifero. Spero mi perdonino gli amanti del calzone tradizionale. Per la preparazione della pasta ho utilizzato la Farina per la Pizza di Molini Rosignoli che mi ha consentito di avere un impasto soffice.


venerdì 10 febbraio 2012

Pasta fresca all'uovo

La pasta ha origini antichissime, c'è chi dice che sia stato Marco Polo a portare questa favolosa pietanza in Italia, chi addirittura pensa che già gli Etruschi ne facessero uso, 3000 anni avanti Cristo. Fatto sta che, insieme alla pizza, la pasta è il nostro piatto nazionale! Quella secca viene consumata di più al sud, mentre quella fresca è più usata al nord e questo solo perchè, a causa della diversità del clima, il grano duro cresce meglio con il caldo e quello tenero si adatta meglio all'umidità del nord.
Tagliatelle, pappardelle, lasagne, tortellini, cannelloni......chi più ne ha più ne metta!
Questo e tanto altro è ciò che si può fare con la pasta all'uovo!
La domenica, poi, è quasi d'obbligo fare un bel piatto fumante di tagliatelle, magari con il ragù di carne....e allora perchè non cimentarsi nella pasta fatta a mano, piuttosto che acquistarla al supermercato? 
L'ho preparata con la farina per Pasta fresca e Gnocchi dei Molini Rosignoli.
Ecco come:

Brioscine con le gocce di cioccolato

Per la preparazione di queste deliziose brioscine, mi sono ispirata ad una ricetta di Sara Papa che avevo trovato su di una rivista. La base è uguale, ma la realizzazione finale è diversa; infatti nella ricetta originale si indica che la forma doveva essere una esse chiusa a chiocciola e di spennellare le brioscine con tuorlo sbattuto e poi spolverare con zucchero di canna prima di infornarle, che io non ho messo. Il profumo del miele di castagno unito a quello della scorza e del succo dell'arancia che si sprigiona durante la cottura, è davvero inebriante. Per la realizzazione delle mie brioches ho utilizzato la farina manitoba di Molini Rosignoli che mi ha dato la possibilità di avere un impasto molto morbido e soffice.


mercoledì 8 febbraio 2012

Pesce san pietro in crosta di patate e gamberetti

E' un pesce da leggenda, sostenuta dal suono che emette quando intrappolato: S.Pietro pescatore, lo cattura nella rete, ma commosso dal gemito lo libera, lasciandogli sui fianchi l'impronta delle sue dita. Il pesce san pietro ha un enorme testa e aculei sul dorso con 2 macchie nere al centro dei fianchi. Ha carne ottima e delicata; i più piccoli vengono cotti arrosto o sulla griglia. Questa volta è stato preparato al forno, ma su un letto di purea di patate e gamberetti. Siete curiosi, vero? Ecco la ricetta:

Calzone di cipolle sponsali

Nella tradizione pugliese troviamo lo sponsale: un bulbo di cipolla non ingrossato e molto prelibato. Spesso viene confuso con il porro, ma hanno delle differenze. Lo sponsale ha un sapore dolce, viene usato per i classici calzoni o come ripieno dei panzerotti.

Sformato di riso e spinaci

Rieccomi con un nuovo sformato. “Ancora?” direte voi, ebbene sì, sarà il freddo che c’è fuori, ma di questi tempi il mio forno è sempre acceso. E poi con gli sformati posso preparare la cena in anticipo, visto che dopo la cottura più tempo rimangono a riposare e più buoni e compatti diventano. Questo poi è a base di riso e quindi si può servire anche come primo piatto. “Questa casa non è un albergo!”, quante volte i nostri genitori ce l’hanno ripetuto, e ora che noi siamo diventati genitori lo diciamo ai nostri figli, adolescenti sempre senza orari, a pranzo e a cena bisogna sempre fare i conti con i loro impegni di studio, di sport, di svago… e allora la cena pronta nel forno ci consente di rilassarci un pò, di ingannare l’attesa del rientro di tutta la truppa rimanendo, ad esempio (dico una cosa a caso...) tranquillamente davanti al Pc. Tanto quando arrivano sentono il profumino che c’è in casa e capiscono subito: come dicono sempre a casa mia appena varcano la soglia, “anche per stasera… si mangia!”

martedì 7 febbraio 2012

Tortina di carote e mandorle

La carota è un ortaggio che contiene tanta vitamina A, prodotta dal beta-carotene, fonte molto importante per il nostro corpo e la nostra pelle. Tale sostanza infatti aiuta a mantenerla morbida e sana. La carota inoltre serve ad equilibrare (e riequilibrare allo stesso tempo) l'intestino quando ci sono delle infezioni in corso. Volete poi mettere che contiene pochissime calorie? Così ci manteniamo anche in forma! Il suo impiego è molto vario sia nella preparazione di ricette salate che dolci, io ve la propongo in questa ultima versione, molto semplice, ideale per la prima colazione e la merenda dei bambini (e dei...grandi!!).

Schiaccia con gli scriccioli

Già vedo le vostre facce...perplesse, molto perplesse!! Lo so benissimo che gli scriccioli sono dei deliziosi uccellini ma non così deliziosi da metterli dentro ad una schiaccia!!
Gli scriccioli sono quelli che si chiamano grasul in romagna, grasèi nel piacentino, ciccioli nel modenese (ed anche da noi), sfrizzoli nel centro Italia, in tantissimi modi in Campania e, detto da Maria Grazia, in Calabria si chiamano scarafùagli o risimoglie.
Sono dei gustosissimi piccoli pezzetti di carne magra che si ricavano dalla bollitura della parte grassa del maiale. Gli scriccioli vengono poi lasciati cuocere sul fondo della pentola e tolti solo dopo molte ore di cottura (almeno 3 o 4) quando saranno cotti e ben croccanti. Una volta scolati da quello che diventerà lo strutto (la parte grassa, appunto), vengono salati, lasciati freddare e riposti in frigorifero, dove si conservano per molto tempo.
Come mai so queste cose? Nella famiglia di mio marito, come del resto in tantissime altre famiglie della Maremma, c'è l'usanza, verso la fine di dicembre, di macellare un maiale per farne bistecche, rosticciana, prosciutti...e anche lo strutto e gli scriccioli!
Così, mentre Roberta preparava la focaccia con il rosmarino, a casa mia si impastava la schiaccia con gli scriccioli, sempre con la farina del Molino Rosignoli, naturalmente! Risultato? Perfetto!!
Volete sapere come la preparo?

lunedì 6 febbraio 2012

Il miele

Il miele è un alimento straordinario, benefico e prodotto nel pieno rispetto dell'ambiente, in quanto l'uomo interviene solo nel momento dell' estrazione dai favi, quindi lo filtra e lo fa decantare prima di confezionarlo, ma il grosso del lavoro è stato fatto prima, nell'alveare, dalle api. E' bene che il miele che si acquista sia prodotto in luoghi protetti e lontano da fonti di inquinamento.
Il miele è un ottimo antinfiammatorio e antisettico per le vie respiratorie, ma anche un ottimo ricostituente ed una fonte di energia per l'organismo. Per chi è a dieta è un'ottima alternativa allo zucchero, perchè ha un maggiore potere dolcificante, quindi ne occorre meno. Può essere utilizzato nella preparazione dei dolci come ingrediente o come decorazione finale (ad esempio per gli struffoli). Inoltre è anche un alimento prebiotico, in quanto i suoi zuccheri arrivano integri all'intestino e contribuiscono così allo sviluppo della flora batterica, se poi lo consumiamo insieme all' yogurt, hanno un doppio potere benefico in quanto uniamo prebiotici con probiotici.
Di mieli ne esistono diverse varietà e ognuna di queste ha proprietà e utilizzi in cucina diversi. Scopriamoli insieme....


Focaccia con rosmarino

Chi non ama la pizza, alzi la mano!! Noto con piacere che nessuno l'ha fatto... E poi cosa c'è di meglio se ce la prepariamo noi in casa? Buona e speciale! Le ricette per prepararla si somigliano molto tra loro, io l'ho provata con la farina speciale per pizza della Molini Rosignoli, sotto forma di focaccia con rosmarino, che accompagnata con della mortadella appena affettata...mmm è la morte sua! (come diciamo a Roma). Messi gli ingredienti nell'impastatrice, in pochi secondi..voila! un impasto liscio e molto elastico, che non sempre ho ottenuto utilizzando altri tipi di farina. L'ho steso con gran facilità e volete sapere com'è venuta? Una focaccia sofficissima e fragrante al contempo e poi... ops! Finita all'istante! Ve lo dico la prossima volta!

Trancetti alla crema d'arancia

Tra la frutta tipicamente invernale troviamo l'arancia. Ottima per spremute, creme e, soprattutto, ricca di vitamina C.
Con questo ingrediente ho realizzato i miei trancetti all'arancia. Al loro interno c'è una crema all'arancia realizzata senza l'utilizzo delle uova, veramente molto gustosa.
La farina che ho utilizzato è quella della Rosignoli, e devo dire che mi ha soddisfatto a pieni voti. Infatti ho potuto subito notare, tagliando la torta per realizzare le mini tortine, che l'impasto era leggero e morbido.

Piramide di omelette

Si racconta che nel XVIII secolo il re di Spagna facendo un giro del suo regno, affamato e lontano da qualsiasi posto di ristoro, entrò nella capanna di un contadino chiedendogli di preparare qualcosa di molto veloce. Il contadino gli preparò un piatto di uova saltate nel burro. Il re esclamò "quel homme leste!" (che uomo lesto) assaggiando questo piatto per lui del tutto nuovo. E da quel giorno vennero chiamate omelette le uova sbattute e cotte in padella in ricordo del "homme leste" che ebbe l'onore di cucinarle per il suo re.

(Curiosità trovata su internet.)

domenica 5 febbraio 2012

Mezze penne filanti con GROK

Questo è un primo piatto che piace molto in casa mia, ed è facilissimo da preparare. L'ho voluto rendere ancora più gustoso con l'aggiunta dei GROK ed il risultato: ancora più irresistibile!
Ecco la ricetta:

sabato 4 febbraio 2012

Crepes al prosciutto e formaggio

Piatto tipico francese, fatto da ingredienti semplici (uova, latte, farina, e zucchero nella versione dolce), versatile e personalizzabile a proprio gusto: questa è la crepe !
In Italia ha preso anche il nome di "crespella", ma forse non tutti sanno che l'origine del nome viene dal latino "crispus" (arricciato, ondulato). Una volta preparate, si conservano bene per diversi giorni in frigorifero, protette da pellicola per alimenti, ma si possono anche congelare utilizzando gli appositi sacchetti.
La versione salata è molto gradita a casa mia. Le preparo con diversi tipi di farcitura, questa volta ho voluto provarle con un ottimo formaggio che avevo in frigo: la Fettine Emmental della Inalpi. Davvero buonissime! Ecco la ricetta completa:

Pasta matta, ovvero pasta per torte salate

A me piacciono molto le torte salate: le trovo comode, veloci e utili per mangiare verdure e altri alimenti che magari non sono molto graditi.
La pasta che uso nella preparazione è la pasta matta (già l'Artusi l'aveva definita così), molto veloce nella preparazione, infatti occorrono proprio 5 minuti, poco grassa e quindi più digeribile della pasta sfoglia o brisè generalmente ricche di burro, inoltre si presta bene ad accogliere ripieni umidi come le verdure, uova e formaggi.

La pasta matta è molto usata in Liguria nelle torte di verdure, famosa è la Torta Pasqualina, ma la si può utilizzare anche nella versione dolce per lo strudel o la baklava al posto della pasta fillo che si acquista nei supermercati.

Per la preparazione della pasta matta ho usato due tipi di Farina Molini Rosignoli: quella per Pasta e gnocchi e quella per Dolci e sfoglie. Con il primo tipo consiglio la preparazione della base per una torta salata, infatti è più ruvida al tatto e lascia la pasta più consona ad un ripieno di verdure e formaggi, mentre con la seconda potete preparare la base per uno strudel o per un dolce, in quanto l'impasto rimane molto setoso e lucido. Entrambe le farine danno comunque ottimi risultati in fatto di elasticità, gusto e lavorazione dell'impasto.

venerdì 3 febbraio 2012

Farina......del mio sacco!


Quando pensiamo alla farina, di solito ci viene in mente la classica farina di grano tenero 00 che usiamo per i dolci o la pasta fresca, oppure quella 0 che usiamo per impastare pizze, focacce e pani fragranti.
Sapete invece quanti tipi di farina ci sono in circolazione? Tantissimi…. di kamut, di mais, di riso, in alternativa alle classiche e ideali per chi ha problemi di intolleranza o semplicemente per chi vuol osare una ricetta diversa e originale.

La nostra dieta mediterranea prevede, infatti, oltre che alle verdure e alla frutta, i cereali, che sono assolutamente indispensabili perché contengono fibre, vitamine, sali minerali e ci danno un’energia a rilascio graduale grazie all’alto contenuto di amido.
(Immagine presa dal web)
Ecco di seguito, un elenco delle farine più conosciute:

IN.AL.PI.

Ecco i prodotti che la IN.AL.PI. ha gentilmente inviato e che rappresentano solo una parte di una gamma ben più vasta: oltre ai principali derivati del latte, panna, burro e yogurt, la IN.AL.PI. produce infatti il preparato alimentare per pizza e il formaggio fuso filante, i formaggini, il formaggio fuso a fette (anche in versione light), inoltre commercializza formaggio grattugiato fresco e diversi tagli di formaggi classici. Per saperne di più su questa azienda che crede fortemente nella qualità del prodotto come punto di forza nei confronti del consumatore, visitate il sito www.inalpi.it

A presto allora, con tante nuove ricette da sperimentare!

I passatelli

In questi giorni di freddo intenso cosa c'è di meglio di un buon piatto di brodo caldo? I passatelli, piatto tipico romagnolo, sono l'ideale per una cena leggera o per un pranzo a cui far seguire un secondo più importante, ma anche al posto di una anonima minestrina quando si è influenzati.


Tortino di cavolfiore

Il cavolfiore é un alimento ricco di sali minerali e di vitamine come la vitamina A, la vitamina C e la vitamina K; inoltre, contiene antiossidanti, beta carotene, principi attivi antinfiammatori ed antibatterici oltre che depurativi... E allora mangiamone in grandi quantità! Ecco un suggerimento per la preparazione ... 

giovedì 2 febbraio 2012

Plumcake allo Yogurt

Ieri, con mia grande gioia, ho potuto provare la farina Manitoba dei Molini Rosignoli: ho subito impastato i plumcake allo yogurt, che non sono facili da far lievitare a causa dell'ingrediente principale che rende un po' "pesante" l'impasto. Con questa farina non ho avuto alcun problema e i dolcetti sono venuti soffici, ben lievitati e sicuramente da rifare a breve! In più ho provato anche la nuova teglia...ero felice come una bambina davanti a dei nuovi giochi!

Salsa besciamella

La salsa besciamella è una delle salse-base della cucina, probabilmente la più famosa. Si tratta di una semplice salsa a base di farina cotta nel burro e addizionata con latte. L'inventore della besciamella fu il marchese Louis de Bechamel, che per primo nel XVII secolo la propose nelle sue ricette.

Stracotto con verdure e carote in agrodolce

Ogni giorno mi devo inventare qualche cosa di nuovo per la cena, qualcosa di buono, originale, caldo (vista la neve che c'è fuori!!)....
Ieri ho trovato un bel pezzo di vitellone e ho deciso di farlo con tutte le verdure, che poi uso per creare una salsina molto invitante.
Lo preparo così:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...